La norma EN 421 definisce i criteri specifici ai guanti di protezione contro la contaminazione radioattiva e le radiazioni ionizzanti. Questa tipologia di dpi per le mani di è utilizzata per lo più in cardiologia, oncologia, nella ricerca e nell’industria nucleare.

Protezione da contaminazione radioattiva

La natura della protezione è indicata da un pittogramma che corrisponde alle proprietà specifiche. Per proteggere dalla contaminazione radioattiva, il guanto deve essere impermeabile e superare con successo il test di penetrazione definito dalla norma EN 374. La rappresentazione grafica di come appare il pittogramma nel guanto da lavoro “contaminazione radioattiva” è riportato nell’immagine sottostante:

Pittogramma EN 421 contaminazione radioattiva

EN 421: Protezione da radiazioni ionizzanti

La natura della protezione è indicata da un pittogramma che corrisponde alle proprietà specifiche. Per proteggere dalle radiazioni ionizzanti, il guanto deve contenere un certo quantitativo di piombo o metallo equivalente indicato come “spessore equivalente” di piombo. Tale indicazione deve figurare su ciascun guanto. La rappresentazione grafica di come appare il pittogramma “radiazioni ionizzanti” è riportato nell’immagine sottostante:

Pittogramma EN 421 radiazioni ionizzanti
In sintesi, la norma EN 421 è fondamentale per garantire la sicurezza delle persone che lavorano in ambienti ad alta esposizione radioattiva o ionizzante. I guanti di protezione conformi a questa norma sono progettati per assicurare la massima protezione possibile e sono adatti per una vasta gamma di applicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *