La normativa EN 407 certifica che un guanto da lavoro sia adatto a proteggere l’utilizzatore dal calore da contatto e fiamme. Grazie a questa normativa è dunque possibile garantire ai lavoratori di svolgere le proprie mansioni con DPI (dispositivi di protezione individuale) garantiti da standard europei.

Per ottenere l’autorizzazione ad applicare il pittogramma nel dorso, il guanto da lavoro deve ovviamente superare dei test. A seconda del test superato verranno apportate delle cifre nelle 6 posizioni sotto lo scudo con la fiamma, come in figura:

 

EN 407 abcdef pittogramma illustrativo

Normative specifiche della EN 407: EN659 ed EN12477

La normativa En407 fa riferimento ad altri standard, che concentra in una sola norma in modo da garantire la protezione dal calore in maniera completa.

EN 659: cos'è?

La normativa EN659 fa riferimento a materiali per vigili del fuoco, infatti questa categoria di guanti vengono prodotti e commercializzati esclusivamente ai fini di estinzione incendi. Questa tipologia di DPI devono rispettare parametri diversi e più rigidi rispetto ai normali guanti anticalore.

EN12477: a cosa si riferisce

La normativa EN 12477 fa riferimento ai guanti per saldatori, altra categoria particolare di lavoratori in quanto a stretto contatto con metalli fusi e lavori di precisione. Questo comparta ad avere la necessità di un prodotto allo stesso tempo sia protettivo sia maneggevole, con elevata sensibilità.

Per essere a norma di legge questa tipologia di guanti deve rispettare dunque la normativa EN 12477.

In genere i guanti certificati per questa normativa presentano caratteristiche di destrezza, per discorsi di maneggevolezza e lavorazioni di precisione, dove la sensibilità tattile è maggiore, dove il valore relativo appunto alla destrezza sarà più elevato. Un altra caratteristica importante è la resistenza al calore maggiore, infatti alcuni di questi guanti non servono per lavorazioni di precisione ma hanno solamente necessità di protezione da calore.

Cerchi guanti certificati EN407? Visita la sezione dedicata ai
guanti da lavoro e filtra i prodotti per normativa!

Pittogramma della norma EN 407: ecco i 6 livelli

Il pittogramma EN 407 mostra sei tipi di protezione che il guanto fornisce al lavoratore. A seconda delle sue capacità di resistenza alle varie tipologie di calore (contatto, fiamma, radiante connettivo, ecc.) sarà riportato un valore secondo una scala predefinita e nella posizione corrispondente a quel test specifico.

Ma cosa vogliono dire i valori nelle 6 posizioni? cosa vogliono dire?

Di seguito elenchiamo i 6 parametri presenti e i vari livelli di misurazione:

1. Comportamento al fuoco (resistenza)

Il primo valore (a) corrisponde al comportamento al fuoco ovvero il tempo che impiega una fiamma viva a contatto con il guanto a spegnersi. Il valore tempo è in riferimento a quanto ci mette a spegnersi dal momento che il tessuto raggiunge il livello di incandescenza causata dal calore.

LIVELLO

TEMPO DI PERSISTENZA FIAMMA

INCANDESCENZA

1

≤ 20

Nessuno

2

≤ 10

≤ 120

3

≤ 3

≤ 25

4

≤ 2

≤ 5

2. Resistenza al calore da contatto

Il secondo valore (b) della EN407, o calore da contatto fa riferimento al tempo che impiega il guanto ad aumentare la sua temperatura di 10°C. Questa temperatura è in riferimento alla parte interna del guato, mentre sarà l’esterno ad essere a contatto con la fonte di calore.

LIVELLO

TEMPERATURA

TEMPO DI SOGLIA

1

100

≥ 15

2

250

≥ 15

3

350

≥ 15

4

500

≥ 15

3. Test calore convettivo

Il valore calore connettivo (c) fa riferimento a quanto impiega il guanto anticalore ad aumentare la sua temperatura interna di 24°C. Questo test è possibile effettuarlo solamente ai DPI che hanno raggiunto almeno il terzo livello durante le prove del punto 1 “comportamento al fuoco”. In questo caso le misurazioni vengono effettuate da una macchina specifica per testare la conduttività dei tessuti.

LIVELLO

TRASMISSIONE DEL CALORE HTI

1

≥ 5

2

≥ 7

3

≥ 10

4

≥ 18

4. Prova di resistenza al calore radiante

Prova che certifica la resistenza al calore radiante (d) ad 80 Kw/m2, sempre in riferimento all’aumento della temperatura interna del guanto. Molto simile al test 3 (calore connettivo) ma con flusso di calore calore aumentato, portato al valore ad 80 Kw/m2 invece che a 20 Kw/m2.

LIVELLO

TRASMISSIONE DEL CALORE T24

1

≥ 7

2

≥ 20

3

≥ 50

4

≥ 95

5. Resistenza a piccoli spruzzi di metallo fuso

Test basato sul certificare la resistenza a piccoli spruzzi di metallo (e) fuso che va a contatto con la superficie. Anche questo test come il precedente può essere svolto solamente se il prodotto in analisi ha riportato un punteggo maggiore di 3 al primo test (comportamento del fuoco).

LIVELLO

NUMERO DI GOCCIOLINE

1

≥ 10

2

≥ 15

3

≥ 25

4

≥ 35

6. Grandi spruzzi di metallo fuso

Questa prova si riferisce alla capacità del prodotto testato di resistere a grandi schizzi di metallo fuso (f).

LIVELLO

QUANTITÀ METALLO FUSO

1

30

2

60

3

120

4

200

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *